La letteratura e la storia del Greco di Bianco

La letteratura e la storia del Greco di Bianco

Febbraio 26, 2019 0 Di Gabriele Dionisi

Continuiamo a parlare di questo vino bianco prodotto in Calabria raccontando questa volta la letteratura e la storia del Greco di Bianco DOC. Insieme al Moscato di Siracusa è considerato il vino più antico d’Italia, per questo motivo bisogna assolutamente conoscerne la storia. Non a caso è proprio a partire dalla storia greca che viene incisa nero su bianco la letteratura e la storia del Greco di Bianco DOC. Storia che si intreccia anche con la leggenda e il mito, quale racconto ritieni più avvincente? La realtà o la finzione?

Letteratura del Greco di Bianco

I principali riferimenti letterari al Greco di Bianco sono due, uno molto antico, l’altro recente.

La prima citazione: “Quando Orione e Sirio siano giunti nel mezzo del cielo, ed Aurora dalle rosee dita avvisti Arturo, cogli allora tutti i grappoli, o Perse, e portali in casa; per dieci giorni e per dieci notti esponili al sole, per cinque mettili all’ombra, e al sesto stiva nei vasi i doni di Dioniso molto felice”.
Si tratta di un estratto di Esiodo ne Le Opere e i giorni scritto nel VII secolo a.C. che descrive un’antica modalità di lavorazione delle uve con le quali ancora oggi si produce il Greco di Bianco DOC. Una testimonianza importantissima per due motivi, uno legato all’altro: il primo motivo sta nel fatto questo procedimento vinicolo descritto è ancora oggi alla base della produzione del Greco di Bianco DOC; il secondo sta nel fatto che questa testimonianza diventa una fonte documentaria storica che ci permette di collocare storicamente l’origine del vino, e farne uno dei più antichi italiani insieme al Moscato di Siracusa.

La seconda citazione: “ Il Greco di Bianco fa 16 gradi. Vitigno: Greco. Colore giallo dorato intenso. Profumo quasi amarognolo, come di zàgara, cioè fior d’arancio. Gusto dolce, ma non troppo dolce”.
Così Mario Soldati nella sua famosissima opera “Vino al Vino” descrive il Greco di Bianco DOC, un’importante testimonianza di un esperto riguardo le caratteristiche organolettiche di base di questo vino.

La letteratura e la storia del Greco di Bianco

In foto: i “Dioscuri” nell’atto di smontare da cavallo. Sculture del V sec. a.C conservate nel Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria.

Storia del Greco di Bianco

La tradizione storica, così antica da mescolarsi alla legenda, narra che il Greco di Bianco sbarcò in Italia nel VII secolo a.C. a bordo di una nave proveniente dalla Grecia. Un colono greco portò alcuni tralci della vite in Calabria nella zona di Capo Zefirio, l’attuale Capo Bruzzano, nel comune di Bianco. I Greci individuarono nella regione della Calabria una zona ottima per la coltivazione della vite, la terra fu infatti chiamata Enotria (terra del vino). Esempio principe della produttività calabra è proprio il Greco di Bianco, il quale ha ottenuto il riconoscimento della Denominazione di Origine Controllata (DOC) in data 18 giugno 1980.

Il mito del Greco di Bianco

Dopo aver conosciuto la letteratura e la storia del Greco di Bianco, scopriamo di più su un antico mito risalente all’ Età Classica, il quale racconta che questo vino fosse fonte di poteri speciali, che fosse cioè in grado di rigenerare sia il fisico che la mente.

Si narra che nel 560 a.C., 10.000 Locresi riuscirono a sconfiggere l’esercito di Crotone composto da oltre 130.000 uomini durane la battaglia sul fiume Sagra. Ma come fu possibile? La leggenda racconta di un antichissimo vino, il Greco di Bianco appunto, che infuse ai locresi un coraggio e una forza superiori ai comuni standard umani, permettendogli di vincere la battaglia.
L’intervento dei Dioscuri dai fianchi al galoppo dei cavalli bianchi contribuì in maniera decisiva alla vittoria.

Da qui deriva l’idea che il vino abbia delle proprietà speciali. Il Greco di Bianco infatti era particolarmente gradito dagli imperatori romani e nell’Ottocento era prescritto dai medici come bevanda ricostituente delle convalescenze, nelle malattie e negli esaurimenti nervosi.

Questa era la letteratura e la storia del Greco di Bianco, ti è piaciuta? Leggi anche l’articolo che parla delle caratteristiche del Greco di Bianco oppure scopri la storia del Valle d’Aosta Torrette DOC.