Tintilia del Molise Rosso e abbinamenti con il cibo

Tintilia del Molise Rosso e abbinamenti con il cibo

Marzo 30, 2019 0 Di Gabriele Dionisi

Oggi parliamo del Tintilia del Molise Rosso e abbinamenti con il cibo, un vino DOC la cui produzione è consentita nelle province di Campobasso e Isernia, situata nell’omonima regione in territori collinari e montani dell’Appennino Centrale, un’alternanza tra monti e vallate che crea condizioni estremamente favorevoli all’allevamento delle uve. Passeremo in rassegna le caratteristiche organolettiche di questo vino, alcuni accenni alla sua storia, i principali abbinamenti a tavola con il cibo e infine un accenno ad alcuni rinomati produttori.

Il vitigno Tintilia del Molise e la storia

Il territorio è geologicamente caratterizzato dalla presenza di vari tipi di minerali e sedimentazioni, in particolare da calcare originato da depositi marini tipici delle zone lagunari e di scogliera, con la presenza di alghe, coralli e molluschi. La natura delle rocce è quindi sostanzialmente argillosa e calcarea, il  clima è semi-continentale.
Il vitigno Tintilia è il principale rosso Molisano e autoctono di questa regione. Nel Dopoguerra ha purtroppo rischiato l’estinzione a favore di altri vitigni con resa maggiore. Oggi è in assoluto uno dei prodotti più fieri dei produttori molisani. Recenti studi scientifici hanno dimostrato, a partire dalle fonti, che il Tintilia è stata introdotta dai Borboni nella seconda metà del Settecento, infatti il nome è da ricondurre al termine spagnolo “tinto”, cioè rosso, anche se i molisani preferiscono ricondurre l’etimologia al dialettale “tenta”, tinta, che sottolinea la capacità di questo vino di tingere, in realtà di macchiare, qualsiasi indumento.

Le caratteristiche organolettiche del Tintilia

Questo vino ha un colore rosso rubino pieno con riflessi violacei e granati. L’odore è elegante con un bouquet ricco di frutti di bosco e note speziate, con sentori di pepe, liquirizia e chiodi di garofano; il gusto è secco, caldo, sapido, morbido, aromatico con tannini eleganti, buona alcolicità, freschezza e persistenza.

Tintilia del Molise Rosso e abbinamenti con il cibo

Si presta bene come vino a tutto pasto, servito a una temperatura di 18°-20° in calici medi. Solitamente il Tintilia viene abbinato a piatti della tradizione della tradizione regionale come castrato e capretto ma ovviamente è ottimo con tutti i secondi piatti a base di carne come agnello, selvaggina, carne rossa, carne bianca in umido e grigliate. Si sposa bene con antipasti dal sapore deciso come piatti a base di formaggi stagionati e tartufo. Per quanto riguarda i primi, consigliamo di abbinare il Tintilia alla pasta con il ragù di carne.

I produttori del Tintilia del Molise Rosso

Citiamo la Cantina Cipressi dove “per Claudio Cipressi il vino è il segno distintivo per valorizzare la terra in cui è nato, il Molise”. Scopri la sua collezione di vini nel sito.
Le Cantine Salvatore è un altro ottimo produttore, essi stessi affermano “nei nostri vini c’è la storia, il calore, la passione e l’emozione di un viaggio in Molise. Cerchiamo di comunicare il gusto di questa scoperta”. Scopri l’autentico gusto del Molise visitando il loro sito.

Se ti è piaciuto l’articolo scopri anche le caratteristiche del Primitivo di Manduria.