Torino cose da vedere in città in tre giorni

Torino cose da vedere in città in tre giorni

Aprile 8, 2019 0 Di Flavia Cantini

 

Torino cosa vedere in una delle città italiane più affascinanti e ricche di storia? Torino è una città dove si respira un’atmosfera unica e regale, quasi d’altri tempi, e in cui ogni via riserva qualcosa da ammirare. L’arte, la storia e la cultura trapelano, vive e pulsanti, da ogni angolo del caratteristico centro storico. 

Il centro mantiene intatti i fasti dell’antica capitale del Regno Sabaudo e si dispiega tra musei, chiese, ariose piazze punteggiate da monumenti, caffè storici, gallerie di richiamo francese e palazzi reali.

Il capoluogo piemontese si regala agli occhi del visitatore come un attraente museo a cielo aperto dove antico e moderno si incontrano per offrire l’immortale bellezza del passato e la giovane vivacità del presente.

Torino: leggenda del nome

Torino: leggenda del nome

Torino cosa vedere? Il fascino dell’arte, della storia e della cultura.

Una visita a Torino non può che cominciare dal centro storico con Piazza Castello, cuore cittadino che conserva tutto il fascino del suo regale passato.

Qui convergono le quattro arterie principali della città tra locali e prestigiosi negozi (Via Garibaldi, Via Pietro Micca, Via Roma e Via Po) e spiccano alcuni tra gli edifici torinesi più suggestivi: Palazzo Reale, maestosa reggia Patrimonio Unesco oggi Museo Reale, Palazzo Madama, Patrimonio Unesco sede del Museo civico d’arte antica, il Palazzo del Governo e della Giunta Regionale.

 

Il simbolo di Torino, la Mole Antonelliana, si staglia suggestiva in una traversa di Via Po.

Edificio monumentale alto 167.5 metri, oggi è sede del Museo Nazionale del Cinema che racconta la storia della Settima Arte tra lanterne magiche, cimeli, locandine e attrezzature cinematografiche.

Dal Tempietto in cima alla Mole, a 85 metri di altezza, si gode di una vista incomparabile sulla città.

 

Rimanendo nel centro storico, una sosta la merita Piazza San Carlo, il “Salotto di Torino” su cui spicca il monumento equestre dedicato a Emanuele Filiberto e si affacciano le due chiese gemelle barocche intitolate a Santa Cristina e a San Carlo. Tra le numerose e interessanti chiese che adornano il centro città, meritano una visita il Duomo con la Cappella della Sindone, il Santuario della Consolata tra origini paleocristiane e stile barocco e la Chiesa della Gran Madre di Dio in stile neoclassico ai piedi del Monte dei Cappuccini.

 

Un’altra attrazione da non perdere a Torino è il famoso Museo Egizio, secondo solamente al Museo del Cairo.

Espone circa 6.500 reperti risalenti all’Antico Egitto, un immenso tesoro da scoprire tra statue, sarcofaghi, mummie, papiri e gioielli.

Una passeggiata nel centro può essere allietata da una golosa pausa in uno dei lussuosi caffè storici, antichi locali ottocenteschi dove gustare le specialità piemontesi in raffinati ambienti tra antichi specchi, tappezzerie d’epoca ed eleganti candelieri.

Poco fuori dal centro, una rigenerante passeggiata nel verde è d’obbligo al Parco del Valentino con il suo pittoresco borgo medievale.

Il parco è il polmone verde della città in cui camminare, fare jogging o andare in bicicletta tra fontane, statue e curatissimi giardini. Il borgo medievale, costruito nell’Ottocento, riproduce fedelmente un villaggio del XV secolo.

Altri luoghi di sicuro interesse da vedere a Torino al di fuori del centro storico sono la Basilica di Superga, inconfondibile gioiello barocco sulle alture cittadine, la Villa della Regina, splendida villa seicentesca in collina che ospita collezioni d’arte ed è circondata da un magnifico giardino all’italiana e la Reggia di Venaria Reale, sviluppata lungo due chilometri tra parco, borgo e reggia nonché Patrimonio dell’Umanità.

Pittoresco è il villaggio operaio Leumann in stile liberty.

Qui gli operai lavoravano e vivevano in un vero e proprio villaggio attrezzato con tutto il necessario: scuola, giardino, chiesa, orto e spazi per la socialità. Torino è una città dal fascino unico, misterioso, ricca di bellezze architettoniche che rimangono nel cuore. Impossibile non rimanerne incantati.