Pasta all’uovo emiliana: la ricetta e consigli

Pasta all’uovo emiliana: la ricetta e consigli

Maggio 19, 2019 0 Di Flavia Cantini

Pasta all’uovo emiliana: ricetta e consigli. Scopriamo come realizzare in casa, in maniera facile e veloce, la pasta fresca all’uovo, un impasto della tradizione italiana da cui si ricavano i più svariati formati di pasta tra cui agnolotti, cappelletti, strozzapreti, tortellini, ravioli e tagliatelle.

La pasta all’uovo emiliana si prepara con farina di grano duro e, in base alle zone, sia tuorli che uova intere oppure soltanto tuorli.

Preparare in casa la pasta fresca è davvero semplicissimo, basta solo dotarsi di un po’ di energia, farina, uova e la giusta manualità per impastare e stendere la pasta.

 

Pasta all’uovo emiliana: ricetta

 

Ingredienti (per 6 persone)

 

  • 500 grammi farina di grano duro
  • uova: 4 uova intere, oppure 8 tuorli o ancora 2 uova intere più 4 tuorli

 

Disporre la farina a fontana sulla spianatoia.

Rompere le uova nella fontana ( o in una ciotola a parte e sbatterle con una forchetta).

Sbattere le uova con una forchetta amalgamando un po’ alla volta la farina dal bordo interno.

Iniziare ad impastare con le mani per una decina di minuti fino a che non si ottiene un impasto compatto e liscio.

Siccome la pasta tende ad appiccicarsi alle mani durante la lavorazione, utilizzare un po’ di farina per staccare l’impasto dalle mani e renderlo più asciutto.

Dare poi all’impasto la forma di una palla e farla riposare per un’ora a temperatura ambiente ricoperta di pellicola trasparente.

Trascorso questo tempo, tirare la pasta con il mattarello su una spianatoia infarinata o con l’ausilio dell’apposita macchinetta dando lo spessore giusto per il tipo di formato desiderato.

Più la pasta è sottile, più è buona.

 

Pasta all’uvo emiliana: consigli

 

Vediamo ora alcuni consigli per preparare al meglio la pasta all’uovo emiliana in casa.

 

Per evitare che nell’impasto si formino grumi è consigliabile setacciare la farina prima di procedere alla preparazione della pasta.

 

In generale non si mette il sale nell’impasto poiché lascia macchie bianche; per chi tuttavia volesse salare l’impasto, il consiglio è di utilizzare il sale fino.

 

Le uova non dovrebbero essere fredde di frigorifero ma a temperatura ambiente e, possibilmente, di dimensioni medie.

Per verificare che le uova siano fresche e per evitare che pezzetti di guscio possano cadere nella farina, è utile rompere le uova in una ciotola a parte.

 

Per impastare al meglio, occorre bagnarsi spesso le mani e mantenere la spianatoia ben infarinata. Inoltre, è utile impastare con energia, utilizzando il palmo della mano e sbattendo la pasta più volte sulla spianatoia.

 

La pasta fresca si può conservare per due settimane in frigorifero ricoperta con un telo.

Abbiamo parlato della pasta all’uovo emiliana: la ricetta e consigli utili su come prepararla al meglio. Scopri anche come si realizza il risotto allo zafferano.