Natura in città? I parchi segreti più belli del mondo

Natura in città? I parchi segreti più belli del mondo

7 Gennaio, 2020 0 Di Flavia Cantini

La vita di città è sicuramente vantaggiosa per molti punti di vista: eventi, occasioni, comodità, certo, però spesso sentiamo la necessità di staccare, almeno per un pò, dal traffico, i mille rumori, le luci abbaglianti e la tipica frenesia cittadina: oggi vedremo quali sono i parchi segreti più belli al mondo, dove possiamo ritrovare la natura!

Non sempre è comunque possibile prendersi un lungo periodo di pausa per raggiungere verdi colline, quieti borghi di montagna o vette innevate. E qui entrano in gioco i parchi urbani, angoli verdi in cui ritemprare la mente e il corpo a pochi passi dal cuore della città.

Aree verdi urbane, parchi e giardini sono sparsi in tutto il mondo. Noi oggi andiamo alla scoperta dei parchi segreti più belli in cui rilassarsi in varie nazioni.

parchi-segreti-più-belli-del-mondo

Wendy’s Secret Garden di Sydney

In Australia, il Wendy’s Secret Garden di Sydney, nacque dalla volontà Wendy Whiteley che, dopo la perdita del marito, volle realizzare un ambizioso e virtuoso progetto in sua memoria.

Così, un appezzamento di terreno abbandonato e trasformato in discarica tra la sua casa e la ferrovia, oggi è un bellissimo spazio verde dove spiccano palme, fiori e felci autoctone.

St. Dunstan-in-the-East Church Garden di Londra

St. Dunstan-in-the-East Church Garden

St. Dunstan-in-the-East Church Garden

In Inghilterra, nel cuore della capitale londinese, sorprende il St. Dunstan-in-the-East Church Garden, giardino pubblico costruito nel 1967 nella chiesa risalente al 1100 e distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale.

Oggi questo spazio verde dall’atmosfera gotica è un angolo di quiete dove ritrovare benessere e un’atmosfera di tempi antichi.

Namba Parks, Osaka

In Giappone, a Osaka, dove sorgeva l’ex stadio di baseball oggi si trova un’area verde incorporata in un enorme centro commerciale. Qui un canyon roccioso si snoda lungo il centro e invita a scoprire, in ogni terrazzamento, un angolo speciale: cascate, orti, boschetti, il tutto inserito tra ristoranti e boutique.

Namba Parks ad Osaka

Il Namba Parks non è tuttavia l’unico punto verde di cui usufruire nel Paese del Sol Levante.

Infatti, nell’isola più a sud tra quelle giapponesi, Fukuoka, spicca l’ACROS Fukuoka Prefectural International Hall, un complesso verde di 15 terrazze ricoperte di rigogliosa vegetazione collocate sulla sommità dell’edificio che ospita la Symphony Hall di Fukuoka, un centro di informazioni turistiche e spazi espositivi.

Salesforce Park, San Francisco

Negli Stati Uniti, a San Francisco, invita a una rigenerante pausa il Salesforce Park, spazio di oltre 20 mila metri quadrati sulla cima del Salesforce Transit Center, che ospita ristoranti, un anfiteatro e una grande varietà di giardini.

Biblioteca Vasconcelos Greenhouse, Città del Messico

A Città del Messico, luogo verde di relax per eccellenza, è la Biblioteca Vasconcelos Greenhouse che regala ai visitatori la piacevole esperienza di ammirare un giardino botanico di 25 mila metri quadrati impreziosito da palme e un giardino aromatico con piante autoctone.

Non solo parchi segreti: il Bosco Verticale, Milano

Una menzione va anche all’italianissimo Bosco Verticale a Milano, che svetta ai margini del quartiere Isola.

Il grattacielo, che nel 2014 ha vinto l’International Highrise Award grazie alla perfetta simbiosi tra natura e architettura, offre 113 appartamenti che si aprono su terrazze piantumate con arbusti, alberi e rampicanti che, nel complesso, danno vita a 10 mila metri quadrati di bosco.