Come si realizza la farinata di ceci genovese

Come si realizza la farinata di ceci genovese

Giugno 30, 2020 0 Di Flavia Cantini

Oggi scopriamo un piatto della tradizionale ligure e genovese in particolare: la deliziosa farinata di ceci.

La farinata si presenta come una torta molto bassa e dorata, preparata con farina di ceci, acqua, olio extravergine di oliva e cotta nel forno a legna. La preparazione è semplice e veloce anche se richiede comunque alcuni accorgimenti pratici non così scontati.

Come si realizza la Farinata di ceci

Come si realizza la Farinata di ceci?

La storia

Le sue origini affondano nei tempi antichi (Greci e Romani) e la leggenda narra che sia nata nel 1284 quando la Repubblica Marinara di Genova sconfisse Pisa nella battaglia di Merolia.

Al ritorno, le navi genovesi si imbatterono in una tempesta che fecero rovesciare alcuni barili di olio e farina di ceci che si mescolarono con l’acqua salata.

A causa della scarsità delle provviste, i marinai recuperarono tutto il possibile e misero il composto ad asciugare al sole ottenendo una sorta di frittella.

La ricetta fu poi perfezionata a Genova rendendola la specialità dal sapore ricco e inimitabile che gustiamo oggi.

Proprietà

Essendo priva di glutine, è adatta anche ai celiaci.

Per quanto riguarda i valori nutrizionali è ricca di proteine di origine vegetale, calcio, ferro, fosforo e vitamine del gruppo B e C.

E’ conosciuta in diverse varianti. Noi oggi andiamo a vedere la ricetta tradizionale ligure.

La ricetta

Ingredienti

  • 120 grammi di farina di ceci
  • 5 grammi di sale
  • 360 grammi di acqua
  • 0,5 decilitri olio extravergine di oliva
  • rosmarino

Preparazione

Stemperare la farina di ceci con acqua tiepida mescolando con una frusta (o un cucchiaio di legno).

Aggiungere il sale e continuare a mescolare per evitare che si formino grumi.

Quando si ottiene una miscela priva di grumi e liscia, lasciar riposare per 4 o 5 ore.

Trascorso questo tempo, eliminare la schiuma eventualmente affiorata in superficie e filtrare con un colino.

Si ottiene una pastella (cui aggiungere il rosmarino) da versare in una teglia di rame non più alta di 3 centimetri facendo attenzione che il livello della pastella sia uniforme.

La teglia deve essere in precedenza unta d’olio.

Infornare a 300 gradi per 15-20 minuti fino a doratura dell’impasto.

Durante la cottura, si deve aver cura di ruotare e scuotere di tanto in tanto la teglia (o “testo”) al fine di rendere la doratura il più omogenea possibile.

Una volta cotta, la farinata è pronta per essere tagliata in fette croccanti e profumata da assaporare tiepide.

Spendiamo, infine, due parole sulla teglia poiché la buona riuscita della farinata dipende proprio da questo.

Il cosiddetto “testo” deve essere di rame nella parte esterna e stagnato all’interno. Quello per uso casalingo ha di solito 30-40 centimetri di diametro.

farinata di ceci genovese ricetta